2. La polizza sanitaria in sintesi

Chi può beneficiare della polizza?

Tutti i sacerdoti inseriti nel sistema di sostentamento e di previdenza.


Quali sono le prestazione per cui si può chiedere il rimborso?

  • ricovero ospedaliero non solo per interventi chirurgici, ma anche per cure me­diche;
  • interventi chirurgici in ambulatorio o in regime di day-hospital;
  • alcune prestazioni sanitarie specialistiche eseguite anche ambulatorialmente o in regi­me di day-hospital (quali ecografia, TAC, elettrocardiografia, doppler, diagnostica radiologica, elettroencefalografia, risonanza magnetica nucleare, scintigrafia, cobaltoterapia, chemioterapia, laserterapia, telecuore, dialisi, litotrissia, elettromiografia, indagini endoscopiche, indagini computerizzate: del campo visivo -topografia corneale - pachimetria - mineralometria ossea - litotrissia); assistenza domiciliare per sacerdoti non autosufficienti: rimborso delle spese di assistenza documentate sino a un massimo di euro 33,00 al giorno;
  • assistenza ospedaliera da parte di personale non appartenente all'organico dell'istituto di cura, necessaria a seguito di: ictus cerebrale con paralisi anche parziale; infarto acuto del miocardio; tumore in fase terminale; interventi chirurgici demolitivi; stato pre-agonico o di coma da qualsiasi causa determinato: rimborso delle spese sostenute e documentate con un limite massimo di euro 52,00 al giorno e per un periodo massimo di 60 giorni per ciascun sacerdote e per ciascun anno assicurativo;
  • assistenza a sacerdoti non autosufficienti presso case del clero e case di ripo­so: rimborso forfetario di euro 21,00 al giorno;
  • rimborso spese per acquisto di protesi (sono escluse le protesi dentarie), compreso il rimborso delle spese di sostituzione o riparazione delle protesi per usura, guasto o rottura (il massimo dell'importo del rimborso, per anno assicurativo, riconosciuto per l'acquisto di protesi acustiche è di euro 2.000,00).

Tutti i sacerdoti inseriti nei sistemi di Sostentamento del Clero o di Previdenza Integrativa, nonché i sacerdoti "fidei donum" che prestano servizio all'estero, usufruiscono della copertura assicurativa offerta dalla Polizza Sanitaria del Clero, stipulata dall'Istituto Centrale Sostentamento con la Società Cattolica di Assicurazione.


Nei primi anni di vita del Sistema di Sostentamento del Clero, i Vescovi Italiani, a conoscenza delle difficoltà nelle quali venivano a trovarsi i sacerdoti bisognosi di cure mediche e di assistenza, chiesero all'Istituto Centrale per il sostentamento del Clero di studiare e proporre una formula assicurativa che potesse essere di aiuto ai sacerdoti colpiti da simili eventi.


Per conoscere in dettaglio le prestazioni garantite dalla polizza, si consiglia di consultare il testo integrale nella sezione IL TESTO DELLA POLIZZA (in particolare si veda art. 15).


Qual è l'entità del rimborso?

La Società di Assicurazione riconoscerà il rimborso complessivo delle spese rimborsabili sostenute in proprio dal sacerdote nei limiti indicati.


Quali documenti devono essere inviati per ottenere il rimborso?

Nel caso di ricovero: cartella clinica e fattura (in originale) delle spese sostenute Nel caso di prestazioni extra-ospedaliere: prescrizione medica e fattura (in originale) delle spese sostenute


Dove posso trovare il testo della polizza?

In questo sito nella sezione IL TESTO DELLA POLIZZA può essere consultato il contenuto completo delle prestazioni garantite e delle condizioni sottoscritte con la Società Cattolica di Assicurazione.


E' ancora presente lo scoperto del 25% ?

A partire dal 1° gennaio 2005 è stato eliminato lo scoperto del 25%: quindi il rimborso delle spese sostenute è totale.


A chi inviare la richiesta di rimborso?

Le denunce di sinistro, con relativa documentazione (da trasmettere tramite raccomandata in originale o in copia autenticata), devono pervenire all'Istituto Centrale

  • o direttamente inviandole al seguente indirizzo: Istituto Centrale per il Sostentamento del Clero - Ufficio Assicurazioni, via Aurelia, n. 796 - 00165 Roma: t. 06/66.52.12.22/25;
  • oppure tramite l'Ufficio Sacerdoti dell'Istituto Diocesano per il Sostentamento del Clero della Diocesi di Milano - Piazza S. Stefano n°14 20122 MILANO 02/76.07.55.304/305.


Le spese sanitarie rimborsate dalla polizza possono essere detratte anche nella dichiarazione dei redditi?

A decorrere dall'anno di imposta 2001 il premio individuale della polizza sanitaria non è più assoggettato a tassazione; pertanto nella dichiarazione dei redditi i sacerdoti non potranno detrarre, dall'imposta lorda dovuta, le eventuali spese sanitarie rimborsate in virtù della polizza sanitaria stipulata dall'ICSC con la Società Cattolica di Assicurazione.


A chi chiedere informazioni

Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere:

- all'Ufficio Sacerdoti dell'Istituto Diocesano per il Sostentamento del Clero della Diocesi di Milano - Piazza S. Stefano 14 20122 MILANO 02/76.07.55.304/305 - sacerdoti@idsc.mi.it

- All'Ufficio Assicurazioni dell'Istituto Centrale per il Sostentamento del Clero - via Aurelia n. 796 - 00165 Roma 06/66.52.12.22/25